Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Energia

L’energia prodotta dal carbone è aumentata del 2% in un anno

carbone

L’aumento di produzione di energia dal carbone mette a rischio gli obiettivi climatici

Nel 2023 la produzione di energia dal carbone è aumentata a livello mondiale del 2%. Un problema non indifferente per il raggiungimento degli obiettivi climatici di diversi Stati nel mondo. Le cause sono da ricondursi soprattutto a tre fattori. Un aumento dell’installazione di nuove centrali a carbone in Cina e un record per quelle fuori dalla Cina, uniti al rallentamento delle dismissioni in Europa e Usa.

La Cina ha infatti ricominciato, dopo un periodo di rallentamento, ad aumentare la propria capacità di produzione di elettricità dal carbone. Il Paese è il primo estrattore al mondo di questo materiale, sta soltanto ora uscendo dalla difficile crisi economica dovuta al coronavirus. Per avere maggiore sicurezza energetica, il governo di Pechino ha deciso di ridurre le limitazioni all’installazione di nuove centrali a carbone.

L’abbondanza di materia prima garantisce alla Cina energia a basso costo, utile a mettere in moto la ripresa industriale del Paese dopo i lockdown e il crollo del settore immobiliare. La grande quantità di carbone che queste centrali promettono di bruciare ha però la conseguenza di allontanare il Paese dagli obiettivi climatici che si è imposto entro il 2040.

Fuori dalla Cina invece, c’è stato un record di nuove centrali a carbone messe in funzione. Il sub continente indiano si conferma il principale mercato per questo tipo di materia prima, con India, Pakistan e Bangladesh che hanno aperto tutti almeno un impianto nuovo nell’ultimo anno. A loro si uniscono anche lo Zimbabwe e tre Paesi inaspettati: Corea del Sud, Giappone e Grecia.

Anche Europa e Usa hanno infatti un ruolo in questo aumento dell’energia prodotta dal carbone. Anche se i due leader del mondo occidentale non hanno aumentato i loro impianti, hanno ridotto il ritmo a cui dismettevano le loro centrali, per paura di un ulteriore aumento del prezzo dell’energia. Nel 2023 in occidente si sono tolte dalla rete meno centrali a carbone che nel 2014.

--
--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Industria

Liberty ha uno stabilimento anche a Piombino, ma è in crisi da anni

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

--