Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Energia

L’Onu chiede alle banche di investimento di puntare sul nucleare

banche

Il direttore della IAEA vuole che le banche di investimento tolgano il veto ai progetti nucleari

L’agenzia internazionale per l’energia atomica (IAEA), l’organo dell’Onu che si occupa di nucleare, ha chiesto alle grandi banche di investimento e ai governi di puntare di più su centrali che sfruttino l’energia dell’atomo per produrre elettricità. L’agenzia ha lanciato l’allarme riguardo al fatto che, in assenza di questi investimenti, la transizione energetica potrebbe rallentare.

È stato Rafael Grossi, direttore della IAEA, a parlarne in un’intervista al Financial Times. L’obiettivo delle sue dichiarazioni erano sì i governi, ma anche e soprattutto le banche di investimento. La World Bank e la Asian Development Bank in particolare, che hanno tra i loro ranghi alcuni Paesi fortemente opposti allo sviluppo di tecnologie nucleari.

“Ho molto rispetto per le circostanze politiche particolari di ogni governo e non voglio entrare nelle questioni interne di ogni Paese, ma dobbiamo discutere della questione. Ne va del cuore dell’economia europea, della competitività europea e de posti di lavoro del continente intero”

Proprio i Paesi europei hanno in programma incontro a Bruxelles proprio per sbloccare questa situazione. È in particolare l’opposizione ferma della Germania, che ha abbandonato le proprie centrali nucleari anni fa, la posizione più difficile da muovere sul tema.

Un’evoluzione però c’è già stata in questo senso nelle settimane scorse. La Banca europea per gli investimenti, tra le più importanti organizzazioni di questo tipo al mondo, ha sancito con un cambio di leadership l’inizio di finanziamenti a progetti di sviluppo e costruzione di centrali nucleari in tutto il mondo.

Un cambiamento epocale, dato che sono passati 40 anni dall’ultima volta che la Eib ha portato avanti un finanziamento di questo tipo, principalmente proprio per l’opposizione della Germania. Al momento le altre principali banche di investimento, quella mondiale e quella asiatica, non sembrano avere intenzione di muoversi verso questa direzione.

--

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Industria

Liberty ha uno stabilimento anche a Piombino, ma è in crisi da anni

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

--