Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Attualità

Gli ambientalisti fermano i progetti LNG di Biden

LNG

I progetti per esportare più LNG dagli USA sono stati fermati dalle proteste

Il presidente americano Joe Biden ha messo in pausa tutti i progetti per aumentare la capacità degli USA di esportare gas naturale liquefatto o LNG. I progetti andranno rianalizzati dopo le pressioni di diversi gruppi ambientalisti. Gli attivisti avevano preso di mira alcuni investimenti, in particolare un grosso impianto nel sud del Paese, in Louisiana, il CP2.

Negli ultimi anni gli USA hanno raddoppiato la loro capacità di esportazione di LNG, estratto in grandi quantità dal sottosuolo del Paese. Il progetto dell’attuale amministrazione è quello di aumentare ulteriormente questa cifra entro il 2030. L’obiettivo è rendere gli Stati Uniti un importante attore nel commercio mondiale di gas dopo che la Russia ha subito pesanti penalizzazioni a causa delle sanzioni.

I principali consumatori di gas si trovano però molto lontani dal territorio americano. Asia e Europa, i due continenti che più hanno bisogno di metano per produrre energia, si trovano a un’oceano di distanza e costruire dei gasdotti è un’impresa quasi impossibile e sicuramente non remunerativa. Per questa ragione, gli impianti di liquefazione che permettono il trasporto del LNG via nave diventano cruciali. La loro funziono è permettere agli USA una costante esportazione di metano.

L’Europa in particolare è interessata all’acquisto di grandi quantità di metano dagli Stati Uniti. Una fornitura di energia da parte di un alleato stabile garantirebbe prezzi meno volatili e eviterebbe situazioni come quelle venutesi a creare con la Russia e nel Mar Rosso.

L’Italia in particolare fa grande affidamento sulle importazioni dall’altra parte dell’Atlantico. Gli USA rappresentano il secondo stato per metri cubi di gas esportati in Italia, secondo i dati Eurostat, coprendo circa il 28% del totale. Soltanto il Qatar con il 39% supera gli Stati Uniti, ma questa fornitura potrebbe essere messa a repentaglio dagli attacchi dei ribelli Houthi alle navi commerciali nel Mar Rosso.

--
--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

Industria

La crisi immobiliare cinese e la mancanza di sussidi sta spingendo in basso il prezzo dell’acciaio

--
Advertisement