Quantcast
Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Industria leggera

Negli USA il reshoring funziona: 360.000 posti di lavoro in più

USA

Le aziende stanno tornando negli USA dall’estero: può succedere anche in Europa?

la delocalizzazione delle aziende manifatturiere è un fenomeno che ha caratterizzato gli ultimi decenni sia negli USA che in Europa. Gli Stati Uniti hanno avuto successo nell’invertire questa tendenza, almeno parzialmente. Nel 2022 364.000 posti di lavoro sono “tornati” in America, da aziende che si erano trasferite all’estero.

Le ragioni sono principalmente tre. La prima sono i rapporti tesi con la Cina. Molte aziende avevano spostato in estremo oriente la loro produzione, ma la recente guerra commerciale tra i due paesi le ha spinte a tornare.

L’amministrazione Biden ha accompagnato questo ritorno spontaneo con tre riforme importanti: l’Inflation Reduction Act, l’Infrastructure Bill, e il Chips Act. Queste hanno creato la cornice legislativa per promuovere gli investimenti nella manifattura americana. Infine i dazi imposti alla Cina hanno spinto molte aziende a rifornirsi da fornitori interni, aumentando la domanda.

Si tratta però ancora di una percentuale piccola dell’obiettivo di Biden di riportare in America 5 milioni di posti di lavoro delocalizzati negli ultimi decenni. Gli USA non hanno un problema con l’occupazione. Il tasso di disoccupazione rimane sotto al 4%.

Anche in Europa si sta tentando una manovra simile a quella riuscita agli USA. Lo scenario sembra però essere più complicato, perché manca una delle ragioni che ha spinto il reshoring in America. L’UE non ha partecipato alla guerra commerciale con al Cina e quindi le aziende non hanno seguito l’esempio di quelle USA e non hanno lasciato il Paese per tornare in patria.

Quello che c’è è invece il tentativo di far rientrare alcune industrie strategiche, su tutte quella dei semiconduttori. La crisi della catena delle forniture ha mostrato la debolezza dell’Europa alle fluttuazioni geopolitiche internazionali su merci molto importanti come i chip. L’obiettivo della Commissione europea è quello di portare almeno il 20% della produzione di semiconduttori mondiali in Europa.

--

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Industria

La crisi immobiliare cinese e la mancanza di sussidi sta spingendo in basso il prezzo dell’acciaio

Tecnologia

I vincitori del premio assegnato alla Embedded World di Norimberga saranno rivelati il 9 aprile

Industria

Il Ceo di Boeing Dave Calhoun si dimetterà nel 2024 e il suo successore troverà una situazione complessa

--
Advertisement