Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Attualità

Industria: pesa il caro energia. La ricerca Istat

L’Istituto Nazionale di Statistica ha rilasciato un report relativo all’andamento dei prezzi per il settore dell’industria. I dati sono poco incoraggianti: l’Istat ha registrato un aumento dei prezzi del 7,1% su base mensile e del 20,4% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Le aziende (specie le piccole e medie imprese) sono in sofferenza a causa del caro energia. L’aumento dei prezzi comporta la riduzione della produzione con una conseguente diminuzione degli utili.

La forte crescita è fortemente spinta “dai rialzi dei prezzi dei prodotti energetici, particolarmente marcati sul mercato interno, dove si rilevano aumenti eccezionali per energia elettrica e gas”. L’aumento dei costi, spiega Istat, è in netta accelerazione dal +13,3% del mese di settembre.

Come sottolinea Istat: “Anche la decisa accelerazione su base annua (+20,4%, da +13,3% di settembre)  è in larga misura dovuta alla componente energetica; al netto di quest’ultima, i prezzi alla produzione dell’industria crescono dello 0,5% su base mensile e del 7,9% su base annua”.

Analizziamo l’andamento nel periodo agosto-ottobre 2021. L’incremento ha toccato il +6,5% rispetto i tre mesi precedenti con una dinamica molto più sostenuta sul mercato interno dove si registra un +7,9%.

Come riportato dal Ministro dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti: “Ci aspettiamo un quarto trimestre 2021 di crescita un po’ più moderata rispetto a quella che ha portato, dopo anni di stagnazione, l’Italia ad attendersi un Pil 2021 superiore al +6%”.

Attendiamo nuovi dati relativi all’inflazione e a come questa avrà influito sulla dinamica del caro prezzi.

--

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

Industria

La crisi immobiliare cinese e la mancanza di sussidi sta spingendo in basso il prezzo dell’acciaio

--
Advertisement