Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Fiere nel mondo

Ad Oil&nonOil protagoniste otto startup innovative

fiera-oil-nonoil-industria-tecnologia-sostenibilità

Le startup a Oil&nonOil.

Tecnologie per una mobilità più sostenibile: ad Oil&nonOil protagoniste le otto startup più innovative del settore per uno sviluppo più green.

Le novità

Dai sistemi di filtraggio delle emissioni per la sanificazione degli ambienti al network di ricariche per la mobilità elettrica. Dal progetto di economia circolare per lo smaltimento di oli vegetali nelle stazioni di servizio al dispositivo per minimizzare i consumi dei veicoli pesanti. La tecnologia al servizio di una mobilità più sostenibile è il filo rosso che accomuna le otto startup, più un progetto speciale, protagoniste del secondo Innovation Village di Oil&nonOil, la manifestazione fieristica dedicata agli operatori della filiera distributiva dei carburanti, che torna per la sua 18esima edizione in fiera a Verona dal 29 novembre al 1° dicembre 2023.

«Il comparto delle energie, dei carburanti e dei servizi alla mobilità dimostra di essere vitale e di guardare con fiducia al futuro – dichiara Raul Barbieri, direttore commerciale di Veronafiere –. Con Oil&nonOil Innovation Village Award offriamo una vetrina importante alle realtà imprenditoriali innovative, ma anche ai potenziali partner industriali presenti in fiera. L’obiettivo è quello di farli incontrare per dare vita a sinergie e nuove proposte da lanciare sul mercato».

Innovation Village

L’Oil&nonOil Innovation Village è uno spazio dedicato che riunisce le migliori startup italiane che operano nel campo della sostenibilità per la rete distributiva dei carburanti.

Le startup selezionate per partecipare all’Innovation Village, oltre ad avere la possibilità di esporre gratuitamente nell’ambito di Oil&nonOil 2023, sono inserite anche in una startup competition. Nel corso della fiera le startup saranno protagoniste di alcuni momenti di incontro e di presentazione delle loro proposte davanti al pubblico e a una giuria tecnica.

Quest’ultima, sulla base del live pitch di presentazione e dei documenti inviati in fase di candidatura, decreterà la startup vincitrice che, proclamata nel corso dell’evento finale, vincerà Oil&nonOil Innovation Village Award e si garantirà la possibilità di esporre gratuitamente nell’ambito di Oil&nonOil 2024. Durante la manifestazione i visitatori avranno l’opportunità di votare la propria startup preferita e nel corso dell’evento finale verrà consegnato anche il riconoscimento del premio del pubblico.

Oltre alle otto startup l’Innovation Village ospiterà la presentazione di un progetto speciale: una tesi di laurea in architettura, curata dal professore Marco Borrelli e da Gennaro Costanzo, dal titolo “Intendere il vuoto: manifesto del riciclo non necessario delle stazioni di rifornimento urbane”. La tesi mette al centro una mappatura di stazioni di rifornimento dismesse e un progetto di riutilizzo per trasformare alcune di queste strutture in cluster creativi.

--

Di seguito le startup che si contenderanno l’Oil&nonOil Innovation Village Award:

BiStems

Sviluppa tecnologia di gassificazione ad ossigeno-vapore che produce syngas di alta qualità a partire da biomasse residuali. Il gas prodotto ha un’elevata concentrazione di idrogeno e una bassissima concentrazione di azoto, che lo rendono ideale per una conversione a biocarburanti.

Bufaga

Dispositivo di filtraggio smart montabile su qualsiasi mezzo di trasporto, in grado di rimuovere dall’aria i principali inquinanti e allo stesso tempo monitorare la qualità dell’aria nelle zone in cui circola il veicolo.

Econvenience

Ha l’obiettivo di sfruttare le sinergie tra il mondo Oil e il mondo Non-Oil, portando innovazione e freschezza nel settore in cui opera. Mira a ridefinire il concetto di esperienza del cliente e a promuovere un ambiente di lavoro sostenibile nel settore della gestione degli impianti di carburante e dei Convenience Shop.

E-Shore

E-Shore opera come CPO (Charging Point Operator) ed EMSP (E-Mobility Service Provider) per la diffusione della mobilità elettrica attraverso la costruzione di un network di ricariche di proprietà “Quick” e “Fast Charge” lungo tratte nazionali, in parcheggi pubblici e privati ad uso pubblico.

Hydro Ben

Un progetto, che si basa su pratiche di economia circolare, per promuovere la raccolta degli oli vegetali e grassi animali, separati dalle acque di scarico dei lavaggi delle attività di ristorazione professionale.

MinervaS

Un progetto finalizzato ad affrontare l’impatto ambientale dei mezzi di trasporto pesanti e la riduzione dei costi di esercizio, nato come spin-off del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Salerno. La ricerca ha portato alla brevettazione di TruckY, un sistema che calcola la velocità ottimale di un veicolo per minimizzarne il consumo, mantenendo costante la durata della missione.

ReAir

Start-up del settore clean-tech, nata dalla consolidata esperienza di professionisti e ricercatori, che sviluppa una tecnologia fotocatalitica per la sanificazione di ambienti e superfici: ha come obiettivo la tutela dell’ambiente e l’abbattimento degli inquinanti organici nell’aria.

Smart Domotics

Propone soluzioni hardware-software complete, non invasive, flessibili e totalmente scalabili per l’integrazione impiantistica, il risparmio e l’autonomia energetica, la gestione dei consumi, la partecipazione e gestione di comunità energetiche, la qualità dell’aria. Ideale anche per bar, punto ristoro, punti fornitura carburanti.

--

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

Industria

La crisi immobiliare cinese e la mancanza di sussidi sta spingendo in basso il prezzo dell’acciaio

--
Advertisement