Quantcast
Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Industria

Il rame ha bisogno di aziende più grandi?

rame

In un’intervista la nuova Ceo del terzo produttore di rame mondiale ipotizza una soluzione alla carenza di rame

L’industria del rame, come molte altre nel mondo delle materie prime coinvolte nella transizione ecologica, va verso un periodo di carenza e prezzi alti. La domanda più alta del solito unita alle tensioni internazionali che rallentano il commercio porta i produttori ad avere difficoltà e quindi li costringe ad alzare i prezzi. A differenza di altri grandi mercati di questo tipo però, il rame è rimasto in mano a molte realtà dalle dimensioni relativamente piccole.

Da una parte questo garantisce più concorrenza, dall’altro però, secondo alcuni osservatori, costituisce anche uno svantaggio. Tra questi c’è la nuova amministratrice delegata del terzo gruppo al mondo per l’estrazione di rame, Kathleen Quirk, che ha recentemente cominciato a dirigere Freeport-McMoRan e ha rilasciato, in occasione del suo insediamento, un’intervista al Financial Times.

Nelle dichiarazioni della nuova Ceo, si legge un desiderio di aumentare la grandezza delle aziende che operano nel campo dell’estrazione del rame: “C’è del buono nell’essere grandi abbastanza e avere sufficiente capacità di scalare la propria produzione. Permette di intraprendere progetti più significativi nel campo dell’estrazione del rame. Molte aziende stanno faticando a mantenere la produzione attiva. A questo problema si aggiunge quello di accumulare abbastanza capitale e crescita per intraprendere i grandi progetti necessari” ha dichiarato la dirigente.

Le fusioni potrebbero potrebbero non essere la soluzione. Come Quirk stessa sottolinea, al momento gli asset nell’estrazione di rame hanno un valore molto alto, dato che il mercato prevede un periodo di scarsità di materia prima. Piuttosto che grandi fusioni, che in questo ambito hanno di recente visto grossi fallimenti, la dirigente prevede maggiori investimenti in sviluppi tecnologici che migliorino la produzione. In questo modo l’azienda potrebbe sfruttare i prezzi alti per accumulare capitale, da reinvestire a sua volta in grandi progetti per accrescere la produzione.

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Industria

La crisi immobiliare cinese e la mancanza di sussidi sta spingendo in basso il prezzo dell’acciaio

Tecnologia

I vincitori del premio assegnato alla Embedded World di Norimberga saranno rivelati il 9 aprile

Industria

Il Ceo di Boeing Dave Calhoun si dimetterà nel 2024 e il suo successore troverà una situazione complessa

--
Advertisement