Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Industria

Tesla vuole investire 3 miliardi di dollari in una fabbrica in India

tesla

Il piano di Tesla di aprire una fabbrica in India è legato alle ambizioni di entrare nel mercato del Paese

Tesla vorrebbe aprire una fabbrica delle proprie auto elettriche in India. Stando a quanto riporta il Financial Times, il piano sarebbe legato all’apertura del Paese verso le aziende che accettano di produrre veicoli elettrici direttamente in India. Le compagnie scelte dovrebbero poter esportare fino  8.000 veicoli all’anno, in modo da sfruttare il crescente potenziale del mercato di veicoli elettrici indiano.

Dal canto suo, Tesla ha necessità di espandere la sua produzione e di trovare un nuovo luogo in cui costruire una cosiddetta Gigafactory. Questo tipo di strutture, già presenti in diverse parti del mondo tra le quali anche l’Europa, con quella di Berlino, prevedono l’integrazione nei dintorni di una sola grande struttura di tutta o quasi la catena di produzione delle componenti delle auto, per ridurre i costi internalizzando diversi processi ed esponendo meno le forniture ai mutamenti del mercato.

Già diverse città indiane si sarebbero candidate per ospitare la fabbrica, ma Tesla sarebbe orientata a trovarne una che abbia un porto in grado di fungere da hub di esportazione dei modelli prodotti in loco. Le auto create in questa fabbrica dovrebbero essere il cosiddetto “Model 2”, un veicolo più piccolo destinato al mercato fuori dagli Usa e che possa costare meno di 30mila dollari.

In questa decisione è evidente la paura della concorrenza BYD. L’azienda cinese punta infatti su piccole auto dai costi bassi per rivitalizzare la domanda di veicoli elettrici, molto calata dopo l’esplosione degli ultimi anni. La stessa BYD ha provato a creare una propria fabbrica in India, ma ha rinunciato dopo che iil governo del Paese non ha approvato il progetto.

Cina e India sono rivali regionali e New Delhi sta cercando di industrializzarsi per riempire lo spazio lasciato vuoto, nel panorama economico mondiale, dalla deindustrializzazione della Cina e dalla crisi economica seguita ai lunghi anni di restrizioni applicati da Pechino durante la Pandemia.

--
--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Industria

Liberty ha uno stabilimento anche a Piombino, ma è in crisi da anni

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

--