Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Logistica e Trasporti

Ikea sigla un accordo con Hapag-Lloyd per il trasporto a basse emissioni

ikea

Hapag-Lloyd e Ikea insieme per ridurre le emissioni dei trasporti logistici dei prodotti dell’azienda svedese

La grande azienda di trasporto logistico Hapag-Lloyd e il famoso marchio di mobili a basso costo svedese Ikea hanno firmato un accordo. L’azienda logistica si impegnerà ad utilizzare per il transito dei prodotti e dei materiali di Ikea soltanto i suoi prodotti a basse emissioni. Le navi coinvolte funzioneranno tramite biocarburante, nel tentativo di ridurre al minimo la quantità di gas serra che ogni singolo mobile Ikea emette nell’atmosfera.

Hapag-Lloyd offre questo tipo di trasporti per i clienti che vogliono ridurre le emissioni di gas serra nel trasporto delle proprie merci. Esistono vari livelli che variano tra il 25% e il 100% di emissioni in meno rispetto a un trasporto tradizionale. Il biocarburante è realizzato attraverso la raffinazione di vari tipi di scorie e residui. Il contratto con Ikea farà fino a febbraio del prossimo anno, quando potrà essere rinnovato. In soli 9 mesi l’azienda prevede di risparmiare circa 100mila tonnellate di CO2.

Questo contratto fa parte dell’impegno di Ikea di ridurre del 70% sui livelli del 1999 le emissioni di gas serra dei suoi trasporti entro il 2030 e di arrivare ad utilizzare soltanto tir e navi a impatto zero sul riscaldamento globale entro il 2040. Nonostante gli evidenti benefici di questo tipo di accordo, la stessa Ikea ha tenuto a sottolineare che il biocarburate non è la soluzione definitiva, dato che emette comunque una certa quantità di CO2, anche se molta meno rispetto ai carburanti tradizionali.

La logistica sta tentando di affrontare la transizione energetica, ma i problemi sono evidenti. Da una parte le grandi navi sono il metodo più efficiente dal punto di vista ambientale per trasportare grandi carichi. Emettono meno di qualsiasi altro mezzo per unità di prodotto trasportato, ma in termini assoluti, le loro emissioni rimangono altissime. Dall’altra, anche se le flotte di camion e furgoni possono essere migliorate facilmente, l’inquinamento prodotto dal trasporto su gomma in relazione alla merce spostata è altissimo.

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Industria

Liberty ha uno stabilimento anche a Piombino, ma è in crisi da anni

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

--