Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Attualità

Nuovi dazi tra Cina e Taiwan: tensione prima delle elezioni

cina

La Cina ha stabilito dazi sulle importazioni di prodotti chimici da Taiwan

Con l’avvicinarsi delle elezioni a Taiwan, i rapporti tra l’isola e la Cina si fanno sempre più tesi. Pechino sta provando a influenzare il voto sia con la minaccia militare, mandando navi e aerei in quello che sarebbe lo spazio di Taipei, ma anche dal punto di vista economico.

A dicembre la Cina ha infatti imposto alcuni dazi su precisi prodotti chimici taiwanesi. In tutto sono dodici merci a base di composti acrilici o di p-xilene. Si tratterebbe di una ritorsione nei confronti di alcune misure simili prese da Taiwan nei confronti di merci provenienti dalla terraferma, ma il tempismo di questa decisione fa pensare anche alle elezioni del prossimo anno.

I dazi sui prodotti a base di p-xilene in particolare colpiscono una delle più grosse aziende petrolchimiche di Taiwan, Formosa Plastics, il cui valore di mercato si aggira attorno ai 16,2 miliardi di dollari. Non solo aziende private però, anche la CPC Corporation, di proprietà dello Stato taiwanese, risentirà di queste sanzioni.

La Cina ha inoltre un peso notevole nel mercato del p-xilene. Importa infatti tre quarti del totale dei prodotti a base di questa molecola, con un giro d’affari di oltre 11 miliardi di dollari. Una decisione di questo tipo è quindi altamente destabilizzante per i produttori di queste merci.

Taiwan è da anni governata dal partito indipendentista, di tendenze progressiste e il primo a rompere il dominio del Kuomintang, il partito unionista che punta sul lungo termine a una rappacificazione con la Cina sotto forma di un solo Stato. Le generazioni più giovani hanno però sviluppato una forte identità taiwanese e non vedono più come auspicabile la politica denominata “Una sola Cina”.

Una vittoria del partito indipendentista al governo potrebbe allontanare ulteriormente l’isola dalla Cina politicamente. Inoltre la principale leva geopolitica di Taiwan, la produzione di semiconduttori, si sta indebolendo a causa della ricerca di maggiore indipendenza dalle importazioni di questi prodotti di USA e Europa.

--

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Industria

Liberty ha uno stabilimento anche a Piombino, ma è in crisi da anni

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

--