Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Attualità

Perché l’automazione non sostituirà il lavoro dell’uomo

Lavoratori e automazione

Entro il 2023 i software e i sistemi di automazione nel segmento produttivo frutteranno 47,4 miliardi di dollari. Questo scenario futuristico lascia aperto un interrogativo importante: alcuni lavoratori perderanno il lavoro?

Se la loro professione sarà sostituita da un software, cosa faranno? Il timore che l’automazione possa eliminare del tutto il lavoro dell’uomo è solo un malinteso: le migliori tecnologiche non sostituiranno la forza lavoro “umana”, ma renderanno più snello ed efficiente il processo produttivo e offriranno opportunità di avanzamento di carriera ai dipendenti che acquisiscono nuove competenze.

Automazione: le macchine soppianteranno la forza lavoro umana?

È dunque possibile che i sistemi automatizzati soppiantino del tutto il nostro lavoro? La risposta è no: non sono possibili processi automatizzati senza l’intelligenza umana.

I lavoratori che progettano, controllano e riparano gli apparati tecnologici sono fondamentali al corretto funzionamento della fabbrica.

La tecnologia è amica dell’uomo e offre interessanti opportunità di sviluppo professionale. L’adozione di processi di automazione di fatto elimina la necessità di assumere personale non qualificato: al contrario sarà importante per il datore di lavoro assumere dei professionisti più qualificati che conoscano e sappiano utilizzare quella tecnologia.

In alternativa sarà sicuramente necessario investire tempo e risorse per formare i lavoratori già presenti in azienda: in questo modo i dipendenti potranno acquisire nuove competenze e avanzare di grado nella gerarchia aziendale.

Le macchine non sono nemiche dell’uomo: l’automazione può aiutare ad alleviare la mancanza di manodopera.

Un esempio su tutti è quello dell’attuale situazione negli USA dove si sta assistendo ad una carenza di camionisti, una vera minaccia per il comparto della logistica. La soluzione c’è e in questo la tecnologia viene in soccorso dell’uomo: l’autotrasporto senza conducente sta diventando piano piano una realtà.

--

Ma non solo: lo sviluppo tecnologico è necessario per aiutare il magazzino a tenere il passo con l’evasione degli ordini e garantire uno standard sempre impeccabile.

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Industria

Liberty ha uno stabilimento anche a Piombino, ma è in crisi da anni

Ambiente

Le aziende di componentistica per auto sono in difficoltà a causa della transizione ecologica

Industria

Ford presenta, in un mercato dei veicoli commerciali in crescita, il nuovo Transit Courier

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

--