Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Attualità

TÜV NORD Mobilität certifica il wBMS di Analog Devices

wbms-auto-analog-devices-autommotive-cybyersecurity

Automotive e cybersicurezza: TÜV NORD Mobilität certifica il wBMS di Analog Devices.

Il BMS Wireless di Analog Devices ottiene la massima certificazione di cybersecurity per il settore automotive.

BMS Wireless di Analog Devices al top

Analog Devices annuncia che il suo Wireless Battery Management System (wBMS) è stato certificato secondo il più alto standard di ingegneria e gestione della cybersecurity per il settore automotive.

L’ISO/SAE 21434 è il nuovo standard per la gestione dei rischi di cybersecurity durante tutto il ciclo di vita del veicolo: dal concept, lo sviluppo del prodotto e la produzione, al funzionamento, la manutenzione e lo smaltimento dei sistemi elettrici ed elettronici. TÜV NORD Mobilität, l’ente certificatore per questa attestazione, ha dichiarato che il wBMS di ADI è il primo sistema automotive certificato secondo le norme ISO/SAE 21434. La valutazione ha confermato che ADI ha adottato, durante la fase di sviluppo del prodotto, misure che garantiscono l’aderenza ai requisiti CAL 4.

Dall’annuncio del primo wBMS dell’industria, avvenuto nel 2020 in collaborazione con General Motors, ADI ha esteso questa tecnologia alla produzione di massa come soluzione “chiavi in mano” destinata ai produttori di veicoli, garantendo la progettazione della sicurezza a tutti i livelli. La transizione dei pacchi batteria, dalla connettività cablata a quella wireless, permette alle case automobilistiche di rendere la soluzione scalabile sull’intero volume produttivo degli EV, valido per i diversi segmenti. Il wBMS fornisce la modularità, la flessibilità e la scalabilità per semplificare i processi di progettazione e assemblaggio grazie alle batterie senza connettore.

Con l’adozione massiva della comunicazione wireless, garantire trasparenza, sicurezza e facilità di implementazione del sistema è fondamentale.

Abbiamo condotto una valutazione rigorosa per verificare che il wBMS di ADI fosse conforme ai requisiti ISO/SAE 21434. Con ADI, che ha preso in considerazione le condizioni di classificazione CAL 4 durante lo sviluppo del prodotto, le misure di garanzia della cybersicurezza soddisfano i requisiti più elevati“, ha dichiarato Leif-Erik Schulte, VP senior di TÜV NORD Mobilität. “Questa certificazione di sistema è un elemento chiave per rafforzare la fiducia in tutto l’ecosistema dell’elettrificazione – dall’energy storage, agli OEM fino ai consumatori – al fine di supportare l’adozione dei veicoli elettrici e contribuire a ridurre le emissioni“.

Secondo un recente rapporto McKinsey 1 , “la sicurezza informatica sta diventando una nuova dimensione di qualità per le automobili … In futuro, la cybersecurity non sarà una mera opzione per assicurarsi l’accesso al mercato e l’omologazione”. La classificazione CAL 4, secondo lo standard ISO/SAE 21434 richiede una solida valutazione del rischio allo scopo di identificare proattivamente qualsiasi componente, interfaccia di programmazione delle applicazioni (API) o funzione software che possa presentare vulnerabilità, ed essere esposta a un attacco informatico.

--

I veicoli privati sono tra i principali artefici del riscaldamento globale e l’accelerazione nell’adozione dei veicoli elettrici gioca un ruolo fondamentale nel raggiungimento di un futuro sostenibile“, ha dichiarato Roger Keen, General Manager di Battery Management Systems presso Analog Devices. “Migliorare la sicurezza e la precisione delle batterie EV può aiutare gli utenti finali a dissipare eventuali dubbi nella valutazione dell’acquisto e può spingere gli OEM a espandere la loro offerta EV. Con questa certificazione, ADI può fornire trasparenza continua e distribuzione seamless all’interno della supply chain delle batterie EV per progredire verso la visione di un mondo più green. Inoltre, viene ulteriormente accelerato il time-to-market dei nostri clienti consentendo loro di risparmiare tempo per lo sviluppo della cybersecurity e i relativi investimenti infrastrutturali“.

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Industria

Liberty ha uno stabilimento anche a Piombino, ma è in crisi da anni

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

--