Avrage B2B Publishing

Digita cosa vuoi trovare

Tecnologia

Vivendi ha avviato un’azione legale contro Telecom Italia

Vivendi

Vivendi ha avviato un’azione legale contro Tim per la vendita della rete

La compagnia francese Vivendi si oppone alla vendita della linea Tim per 22 miliardi di euro al fondo americano Kkr, che l’ha acquistata in sinergia con il ministero delle Finanze italiano.

Fin dall’approvazione della vendita nel consiglio di amministrazione, Vivendi aveva annunciato che si sarebbe opposta a quella che definiva come un’operazione illegittima da parte di Telecom Italia. L’azienda italiana ha fatto sapere di aver ricevuto notifica dell’avvio dell’azione legale.

Telecom Italia ha anche aggiunto però che Vivendi non avrebbe formulato nessuna richiesta di ingiunzione urgente per fermare l’acquisto della rete. Per questa ragione l’operazione procederà come previsto senza ulteriori ritardi.

Vivendi ritiene che la vendita sia stata illegittima perché l’azienda non ha sottoposto la decisione all’intera assemblea degli azionisti, ma soltanto al consiglio di amministrazione. In questa sede inoltre non sarebbe stato raggiunto un accordo all’unanimità, ma si sarebbe votato a maggioranza, con un risultato di 11 a 3 in favore della vendita della rete Tim.

Vivendi aveva annunciato fin dall’inizio delle trattative, che si sarebbe opposta con ogni mezzo legale possibile alla vendita della rete Tim a meno di un’offerta di 30 miliardi di euro. Quella accettata dal consiglio di amministrazione era invece di 22 miliardi di euro, quasi un terzo in meno di quanto richiesto dalla compagnia francese.

La vendita della rete Tim si concluderà con l’acquisto da parte di una società appositamente creata, Netco, di cui è azionista anche il ministero delle finanze. È inoltre legata alla fusione dell’azienda con Open Fiber, concorrente in quanto costruttore di connessioni in fibra ottica in Italia.

Vivendi starebbe anche valutando la propri posizione all’interno di Telecom Italia, se l’azienda dovesse effettivamente riuscire a portare a termine le operazioni di vendita della rete. In quel caso potrebbe vendere le sue azioni, che valgono 1,3 miliardi di euro.

--

--

Whitepaper | Manifattura 5.0

--

Potrebbero interessarti

Industria

Liberty ha uno stabilimento anche a Piombino, ma è in crisi da anni

Logistica e Trasporti

Molti grandi porti, tra cui quello di Livorno, si sono riempiti di auto elettriche

Attualità

Le navi commerciali non sono al sicuro nemmeno sulla rotta di Capo di Buona Speranza

Attualità

Un equilibrio tra caldo e freddo, riscaldamento e raffrescamento, all’insegna del comfort in tutti gli ambienti.

--