Quantcast
Connect with us

Digita cosa vuoi trovare

Attualità

Vertiv si prepara ad acquisire E&I Engineering Group

vertiv-acquista-E&I-Engineering-Group

Vertiv si prepara ad acquisire E&I Engineering Group: la transazione amplierà in modo significativo l’offerta di Vertiv.

Vertiv ha deciso di ampliare notevolmente la sua offerta acquisendo E&I Engineering Group, leader nel mercato della distribuzione di energia e in rapporti saldi con una base clienti di aziende.

L’accordo

Vertiv, fornitore globale di soluzioni per le infrastrutture digitali critiche, ha annunciato di aver raggiunto un accordo definitivo per acquisire la società E&I Engineering Ireland Limited e la sua affiliata Powerbar Gulf LLC (“E&I”) per un importo approssimativo di 1,8 miliardi di dollari di anticipo, più un potenziale di 200 milioni di dollari da calcolare sulla base del raggiungimento degli obiettivi intermedi sui profitti definiti per il 2022. L’anticipo consiste di 1,170 milioni di dollari e azioni ordinarie di Vertiv per circa 630 milioni di dollari. La transazione è stata approvata all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione di Vertiv. La sua chiusura è attesa per l’ultimo trimestre del 2021, fatte salve le consuete condizioni di chiusura.

Fondata nel 1986 da Philip O’Doherty, E&I è un fornitore indipendente di impianti elettrici e sistemi di distribuzione elettrica, pioniere nella progettazione di soluzioni integrate di alimentazione elettrica uniche nel loro genere e tecnologie disegnate su misura per i bisogni e i progetti del singolo cliente. Con un fatturato annuo di circa 460 milioni di dollari (stima del 2021) e 2.100 dipendenti, E&I ha una lunga tradizione nel mercato della distribuzione di energia e rapporti saldi con una base clienti di aziende quotate in più di 30 Paesi. I prodotti di E&I rappresentano una componente importante per l’infrastruttura di alimentazione dei data center e competono in un mercato del valore di circa 7 miliardi di dollari che, secondo le previsioni, crescerà del 5% annuo fino al 2025.

L’acquisizione di E&I rappresenta un passaggio chiave nella strategia di Vertiv perché ci permette di completare il nostro portfolio di offerta di infrastruttura elettrica per i data center e di ampliare la nostra presenza in importanti mercati commerciali e industriali”, ha commentato Rob Johnson, Chief Executive Officer di Vertiv. “L’unione tra le due società amplificherà le opportunità di crescita e di profitto di Vertiv, consentendoci di offrire soluzioni differenziate per gestire l’intera infrastruttura elettrica del cliente come un sistema integrato. Non vediamo l’ora di poter aggiungere alla famiglia Vertiv le alte professionalità  degli specialisti di E&I. Entrambe le nostre società condividono una consolidata cultura di eccellenza e innovazione ingegneristica e una grande passione nell’offrire ai clienti prodotti e servizi sempre altamente innovativi”.

Anche se questo accordo segna la prima acquisizione di Vertiv da quando è diventata una società quotata in borsa, il nostro team ha seguito attentamente le best practice tipiche di un’acquisizione durante il processo di identificazione, valutazione, due diligence e pianificazione dell’integrazione. E&I rappresenta un’opportunità unica per Vertiv e si inserisce perfettamente nel suo portfolio. Sono entusiasta del potenziale di questi due grandi business che si uniscono per diventare una entità sola”, ha sottolineato Dave Cote, Executive Chairman di Vertiv.

Questa transazione mette insieme due business altamente complementari e rappresenta un grande passo per i dipendenti e i clienti di E&I”, ha commentato Philip O’Doherty, fondatore e Chief Executive Officer di E&I. “Siamo felici di unirci al team di Vertiv e di continuare a far crescere il nostro business attraverso la sua portata globale, la forte presenza nel mercato e l’ottimo posizionamento rispetto ai clienti nel settore delle infrastrutture digitali critiche”.

Vantaggi strategici e finanziari

  • Portfolio prodotti altamente complementare con tecnologie differenziate. I prodotti di E&I nella gamma degli impianti elettrici critici, degli interruttori UPS input e output e del busway completano l’offerta di Vertiv per infrastrutture elettriche critiche.
  • Ampia base di clienti globali. Insieme, Vertiv ed E&I, serviranno alcune delle aziende di servizi di hyperscale cloud e colocation più importanti al mondo che sempre più spesso ricercano partner in grado di fornire un’infrastruttura elettrica completa e opzioni flessibili di distribuzione dell’energia, per supportare la crescente domanda di fabbisogno energetico.
  • Potenziale di espansione geografica significativo. E&I oggi opera in Nord America, Europa e Medio Oriente. Questa transazione offre l’opportunità di sfruttare la presenza di Vertiv fuori dagli Stati Uniti, in particolare in Europa e in Asia, per raggiungere rapidamente nuovi clienti.
  • Vantaggiose sinergie tra costi e ricavi. Dall’unione tra le due società si attendono eccellenti sinergie commerciali: un potenziale attualmente non incorporato nel modello finanziario. Vertiv prevede di realizzare, entro tre anni dalla chiusura dell’accordo, approssimativamente 18 milioni di dollari di sinergie di costo al lordo delle imposte, frutto di una combinazione di costi di fornitura, generali, amministrativi e produttivi. Le opportunità di sinergia dei ricavi sono invece relative a clienti e prodotti complementari, per sostenere il cross-selling e le soluzioni integrate.
  • Crescita del profilo finanziario di Vertiv. Nelle previsioni la transazione farà aumentare la crescita  organica, i margini operativi, il cash flow e gli utili per azione di Vertiv nel 2022.

 

--
--
--

Potrebbero interessarti

Fiere nel mondo

MECSPE è uno degli appuntamenti più importanti per l’industria manifatturiera. L’evento torna dal 9 all’11 giugno 2022 a Bologna. Tra gli argomenti di punta...

Attualità

È un rapporto ormai consolidato, quello tra CWS e Liferay. Le due aziende, con una partnership pluriennale alle spalle, lanciano un nuovo progetto comune...

Industria

Le aziende manifatturiere puntano sull’AI per crescere: lo dimostra l’esperienza di Lopigom, azienda bergamasca punto di riferimento nel settore gomma e plastica.

Comunicati stampa

Osservatorio AutoScout24 auto usate 2021 e previsioni 2022: 2021 chiude positivo.

--